Sicurezza Vs protezione dei dati: la CGUE cambia registro

di Michela Tresca.

Di fronte al definitivo processo di costituzionalizzazione del diritto alla protezione dei dati personali avvenuto con il Trattato di Lisbona, allo sviluppo tecnologico e al continuo interscambio di dati, il quadro normativo europeo in materia di protezione dei dati personali si è dimostrato inadeguato. Inoltre, a partire dagli attacchi terroristici del 2001, le politiche legislative dei singoli Stati hanno reso ancora più difficile operare un bilanciamento tra esigenze di protezione e di libera circolazione dei dati personali.
In questo contesto, la giurisprudenza si è trovata a svolgere un ruolo di supplenza del legislatore nel processo di ridefinizione del nuovo quadro normativo in materia. Con le ultime sentenze (Digital Rights Ireland, Google Spain e Schrems) la CGUE, nell’affermare con decisione la centralità del diritto alla privacy, è giunta infatti ad anticipare alcuni punti oggetto di dibattito in sede legislativa, finendo in particolare per accelerare tanto il processo di definizione del nuovo Regolamento sulla protezione dei dati, quanto le trattative Usa -Ue in materia di trasferimento di dati.

Scarica il documento nella sua versione integrale: Download