No al diritto all’oblio per i casi giudiziari gravi

Il Garante per la protezione dei dati personali ha affermato che qualora i fatti in questione siano riferiti a reati gravi e che hanno destato un forte allarme sociale, l’interesse pubblico a conoscere le notizie prevale sul diritto all’oblio dell’interessato.

Continua su: http://www.corrierecomunicazioni.it/digital/44851_niente-diritto-all-oblio-per-casi-giudiziari-gravi.htm