L’applicazione del GDPR alle imprese radiotelevisive

Il nuovo  regolamento europeo sulla protezione dei dati (Regolamento UE 2016/679) riscrive gran parte della disciplina sulla privacy, con particolare attenzione alla nuova realtà digitale e al flusso transfrontaliero dei dati.
In fase di attuazione della nuova normativa potrebbero sorgere  problemi specifici per le imprese, specie per la previsione di adempimenti più articolati in ordine al trattamento dei dati e di sanzioni più pesanti in caso di loro inosservanza.

La ricerca, commissionata da Confindustria al gruppo di lavoro costituito da docenti e ricercatori della Luiss Guido Carli, si propone di fornire alle aziende un quadro completo e aggiornato degli obblighi contenuti nel regolamento, in modo da consentire a queste ultime di applicare in modo corretto e privo di rischi le nuove previsioni. Al tempo stesso, si fornirà un’assistenza in ordine alle opportunità di riduzione dei costi che la stessa normativa contiene, specie con riferimento alle piccole e medie imprese.
L’output di progetto consisterà in Linee guida, divise in due parti.
Nella prima parte, verranno illustrate le novità più rilevanti del GDPR, con specifico riferimento agli adempimenti previsti in capo alle aziende, nonché al correlato sistema sanzionatorio.
Nella seconda parte, verrà svolta un’analisi specifica sull’impatto del nuovo regolamento sulle aziende che operano nell’ambito del settore radio-televisivo.
I risultati della ricerca verranno illustrati nell’ambito di un workshop che si terrà nell’ultimo mese del progetto presso la LUISS Guido Carli, alla presenza dei responsabili della ricerca, del Committente, e dei rappresentanti delle aziende che operano nel settore radio-televisivo.